Nel valutare le proprietà della luce (bianca) delle sorgenti luminose ci si avvale di una grandezza che rende conto del loro contenuto cromatico. Tale grandezza di riferimento è chiamata temperatura di colore o CCT  ed è espressa in gradi Kelvin (°K). Le temperature di colore possono spaziare dalla luce calda (2700/3000K), alla neutra (4000 K), alla medio fredda (5000 K), e infine alla luce fredda (6000K o più).

Se con le lampade classiche la temperatura colore era dettata dalla tipologia e quindi dalle caratteristiche della sorgente prescelta (lampada ai vapori si sodio: circa 2000K, incandescenza:2700K, alogena: 3000K), e non vi era possibilità di scelta da parte degli utilizzatori, per i LED la musica è un po’ diversa. Questa tecnologia, relativamente nuova, può essere scelta della temperatura di colore che si preferisce e, come nel caso delle strip LED, possiamo combinare le diverse CCT.

 

3Ds color temperature scale

 

15.jpg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...